Acqua potabile più sicura: la Commissione Ue chiede nuove regole

La Commissione Ue ha proposto nuove regole per facilitare l’accesso all’acqua potabile a tutti i cittadini, riducendo del 17% l’uso di acqua in bottiglie di plastica.

Ciò porterebbe ad  un risparmio stimato, per i consumatori europei, di 600 milioni l’anno.

Nel concreto, si tratta di:

-Creare attrezzature per l’accesso all’acqua potabile in spazi pubblici.

-Lanciare campagne per informare i cittadini circa la qualità dell’acqua a loro accessibile: le informazioni riguarderanno sia la qualità, con l’indicazione delle percentuali di nutrienti come calcio e magnesio, sia la quantità, con la bolletta che dovrà presentare il prezzo al litro e al metro cubo, i volumi consumati e la tendenza annuale dei consumi dei destinatari.

-Incoraggiare le amministrazioni e gli edifici pubblici a fornire accesso all’acqua potabile.

L’applicazione dei nuovi standard renderà l’acqua potabile più sicura, riducendo i rischi potenziali per la salute dei cittadini europei all’1% rispetto all’attuale 4%.